Comune di Cittaducale (RI)

Raccolta Differenziata

Comune di Cittaducale
Cittaducale - Terme di Vespasiano
Come fare per
Home Page » Come fare per » lettura Aree Tematiche
Icona freccia bianca
Raccolta Differenziata

 

PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA NELLE ZONE DEL COMUNE DI CITTADUCALE.

 

PREMESSA
Il presente progetto è redatto allo scopo di prevedere un’azione mirata al miglioramento della raccolta differenziata dei rifiuti che giornalmente sono prodotti sul territorio comunale di Cittaducale. Il Comune di Cittaducale, vista la scarsa esperienza degli anni precedenti relativamente alla raccolta differenziata dei rifiuti si è posto l’obiettivo di cambiare l’attuale sistema di raccolta passando ad una nuova modalità con l’intento di raggiungere una gestione basata sulla riduzione delle quantità da smaltire e sull’incremento della quota del materiale da riciclare, tramite la raccolta differenziata con il metodo c.d. “porta a porta”.

Il successo nella diminuzione delle quantità di rifiuti biodegradabili messi a discarica dipende dal successo della raccolta differenziata. Benché i rifiuti biodegradabili possano essere estratti dai rifiuti solidi urbani, questo processo è laborioso e fornisce un prodotto contaminato. La raccolta differenziata, con il sistema porta a porta, offre l’opportunità di una materia prima più pura e di alta qualità e la prospettiva di un prodotto non contaminato. Un rifiuto «pulito» ottenuto tramite la raccolta differenziata è più probabile che possa produrre materiali riciclabili che soddisfano gli standard di qualità e la cui vendita ed utilizzo siano appropriati per apportare benefici ambientali. L’uso del prodotto finale dei prodotti riciclati, (ad esempio il compost) compensa l’esigenza di supporti di coltura, come per esempio la torba, per gli usi agricoli o per il giardinaggio.

Questo obiettivo è realizzabile se si riesce a promuovere un radicale cambiamento della raccolta dei rifiuti solidi urbani, passando dall’attuale servizio generico e standardizzato ad un servizio specifico e personalizzato.
Innanzitutto si ritiene che l’ottimizzazione della raccolta differenziata, si ottiene con la collaborazione, da parte dell’utente, indispensabile, senza la quale non è possibile raggiungere gli obiettivi, sia qualitativi che quantitativi, prefissati.
Pertanto, assume un ruolo molto importante, l’informazione, l’educazione e la comunicazione all’utenza, sia in fase di avvio del progetto che durante la sua gestione.
In presenza di una efficace comunicazione, si innesca un processo che garantisce la riuscita del servizio, al contrario, una cattiva comunicazione ne decreta l’ineluttabile mal riuscita e di conseguenza l’insuccesso finale. Inoltre il coinvolgimento del cittadino nella raccolta differenziata genera una maggiore consapevolezza riguardo la produzione dei rifiuti e aiuta lo sviluppo di un accresciuto senso di responsabilità per i rifiuti prodotti.

In secondo luogo, una raccolta differenziata efficace deve rispondere anche alle caratteristiche e alle esigenze degli utenti, almeno in relazione al territorio di loro residenza, di conseguenza il servizio deve anche poter essere personalizzato.
Infatti il territorio comunale da servire, non è omogeneo né da un punto di vista orografico e urbanistico (densità dell’abitato, caratteristiche degli edifici, viabilità ecc.) né da un punto di vista della destinazione d’uso (zone residenziali, commerciali ecc.).
Ognuna delle zone servite, producendo diverse tipologie di rifiuti, induce comportamenti diversi relativamente alla raccolta, attraverso tipologie diverse di contenitori, orari diversi della raccolta ecc.
Una organizzazione flessibile del servizio, articolata sulla conoscenza del territorio e quindi sulle esigenze degli utenti, legata ad un sistema di informazione permanente diventano dei fattori decisivi per l’ottimizzazione del servizio e sulla riuscita del progetto stesso.

FAQ
 
Cosa devo buttare nel contenitore della carta?
Biglietti, buste, cartoni della pizza non particolarmente sporchi o unti, confezioni in cartoncino, contenitori Tetra Pak, adeguatamente lavati, pressati (privi di parti in plastica, polistirolo o alluminio), imballaggi in cartone ondulato, giornali, libri, sacchetti di carta, scatole, pacchetti, quaderni, scatole di medicinali.
Perché è opportuno fare la raccolta differenziata dei rifiuti?
Fare la raccolta differenziata significa, in primo luogo, riduzione del volume di rifiuti da conferire in discarica e recupero di materiali da riutilizzare: vetro, carta e cartone, alluminio, plastica, organico, se raccolti separatamente, vengono reimpiegati nei cicli produttivi con risparmio di materia prima ed energia.
Cosa sono i RAEE?
La sigla RAEE identifica i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Questi sono alcuni esempi di RAEE:
- televisori, videoregistratori, lettori CD/DVD e Mp3/Mp4
- impianti Hi-Fi, radio, telefoni e cellulari
- computer, stampanti, monitor
- grandi e piccoli elettrodomestici per la casa (forni, frigoriferi, lavatrici, asciugacapelli, orologi, ferri da stiro, tostapane, frullatori ecc…)
- piccoli utensili elettrici per uso domestico (trapani, tagliaerba ecc…)
- videogiochi, giochi elettronici o funzionanti con energia elettrica
- lampadine, lampade al neon, altre sorgenti luminose.
 
Cosa devo gettare nel contenitore del secco - indifferenziato?
Accendini, batuffoli e cotton fioc, bigiotteria, bilancia pesa persona non elettrica, candele, cards plastificate (bancomat, spesa, ecc…), carta per affettati, carta adesiva, carta carbone, carta forno, carta plastificata, carta vetrata, CD, cerotti, cialde in plastica per caffè espresso, cicche di sigarette, collant, colori a olio, colori acrilici, cosmetici, cotone idrofilo, cover di cellulari, creta, crosta in cera dei formaggi, cuoio, elastici, evidenziatori, fiori finti, forbici, fotografie, garze, giocattoli non elettrici, gomma, gomma da masticare, gomma piuma e guanti di gomma, lamette, nastri per regali, occhiali, ombrelli, orologi, palloni da gioco, pellicole fotografiche, peluche, penne, pennarelli e matite, piastrine anti zanzare, piccole ceramiche, piccoli oggetti in legno verniciato, polvere dei pavimenti, pongo, profilattici, radiografie, sacchetti dell’aspirapolvere, salviette umidificate, saponette, scontrini, spazzole per capelli, abiti e per animali, spazzolini da denti, stracci, tempera, tubetti del dentifricio, videocassette, zerbini, ecc..…
Posso mettere in strada i mastelli quando voglio?
No. Bisogna rispettare i giorni e orari di conferimento come indicato nel calendario di raccolta. Il conferimento dei rifiuti in giorni e/o orari diversi da quelli stabiliti comporta la mancata raccolta da parte dell\’operatore.
Pile e farmaci vanno gettati nello stesso contenitore?
Le pile ed i farmaci vanno gettati in differenti contenitori, dislocati sull’intero territorio comunale. Nei primi vanno conferiti pile a stilo e/o a bottone, torce (per es. per calcolatrici, radio, giocattoli, ecc); nei secondi, invece, sciroppi, pastiglie, flaconi, pomate, fiale per iniezioni, ecc…
Dove conferisco ingombranti, beni durevoli e RAEE?
I rifiuti di cui sopra, cioè reti, materassi, mobili in genere, frigoriferi, lavatrici, televisori, condizionatori, congelatori, lavastoviglie, caloriferi, sorgenti luminose, computer, stampanti, cellulari, iPod, walkman, radioline, apparecchiature elettriche ed elettroniche in genere, vanno conferiti secondo le modalità previste dai singoli comuni.
Cosa devo gettare nel contenitore del vetro?
Barattoli, bicchieri, bottiglie per bevande e contenitori per liquidi in genere (adeguatamente lavati, privi di parti in plastica o carta e senza tappi in sughero), fiale in vetro, portafoto (se in vetro), vasetti.
Le vaschette di polistirolo della carne e delle verdure preincartate dove vanno gettate?
Vanno preventivamente lavate e gettate nel contenitore della plastica.
Cosa devo gettare nel contenitore della plastica?
Bottiglie in plastica per bevande, contenitori per alimenti adeguatamente lavati, pressati e privi di parti in carta, imballaggi in genere con i simboli PE – PET – PP – PVC – PS, piatti, stoviglie e bicchieri in plastica usa e getta, sporchi ma privi di residui di cibo e/o bevande, vaschette portauova (se in plastica), vasi in plastica da vivaio, vaschette in polistirolo.
I tovaglioli di carta sporchi dove vanno messi?
Nel secco indifferenziato, o nell’organico se di pura cellulosa.
Dove vanno gettate le pellicole dei salumi preconfezionati?
Nel secco – indifferenziato.
Dove getto il cellulare?
Il cellulare deve essere conferito nei RAEE.
Cosa devo gettare nel contenitore dell’alluminio?
Bombolette spray che non contengono materiale infiammabile e/o pericoloso, caffettiere, contenitori in banda stagnata (scatole di pelati, legumi, tonno, cibi per animali), fogli e vaschette in alluminio, lattine per bibite, teglie, pellicole, vaschette.
Dove si getta la carta forno usata?
La carta forno, così come la carta oleata oppure particolarmente sporca non può essere riciclata e quindi deve essere gettata nel secco – indifferenziato.
Le lampade al neon dove vanno gettate?
Le lampade a neon, così come quelle a risparmio energetico rientrano nella categoria dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, per i quali dallo scorso giugno è operativo un Decreto legge che prevede il ritiro da parte di distributori, installatori e di centri di assistenza tecnica a fronte dell’acquisto di nuovi. In alternativa, vanno seguite le indicazioni fornite nella sezione relativa al tuo Comune.
Dove si gettano gli accendini usati?
Gli accendini usati si gettano insieme al secco – indifferenziato. E’ necessario però accertarsi che siano realmente scarichi.
Cosa devo gettare nel contenitore dell’organico?
Alimenti avariati o scaduti, avanzi di cibo in genere, camomilla e tisane fiori recisi, capelli, cenere spenta, fibre naturali (cotone, canapa, lino), fondi di caffè e filtri di thé, paglia, piante domestiche e piccole potature in genere, piccole lettiere di animali domestici se in materiale organico, tappi in sughero, piccoli scarti in legno non trattato, stuzzicadenti.
Quale busta va usata per la raccolta del secco - indifferenziato?
I rifiuti indifferenziati vanno raccolti all’interno di una qualsiasi busta che si ha in casa.
In quale contenitore bisogna gettare le padelle anti-aderenti?
Le padelle da cucina in alluminio, comprese quelle rivestite in teflon, vanno conferite nel contenitore dell’alluminio.
Cosa si intende per “compostaggio domestico”?
Il compostaggio domestico è la pratica che consente di trasformare i rifiuti organici domestici in compost, una sorta di humus che può essere utilizzato come concime per i terreni. Il compost è  un fertile alleato per concimare e ridonare sostanza ai nostri terreni. Per attuare il compostaggio domestico non è strettamente necessaria la compostiera. Infatti, alcuni preferiscono la storica “buca” nel terreno o il cumulo. Il risultato è sostanzialmente lo stesso. Tuttavia, la compostiera è esteticamente più ordinata e (essendo dotata di coperchio) è meno soggetta a fenomeni di incetta da parte di animali. 
Dove conferisco bombolette spray, lacca, deodoranti?
Le bombolette spray, lacca e deodoranti e altri contenitori con le etichette “tossico” e/o “infiammabile” devono essere conferiti nei contenitori T e/o F disposti entro il territorio comunale.
 
Dove conferisco l'olio vegetale esausto ?
Negli appositi contenitori dislocati sull’intero territorio comunale. Gli oli potranno essere conferiti mediante bottiglie di plastica, vetro, o contenitori in genere che, una volta svuotati, dovranno essere riportati indietro. L’abbandono dei recipienti accanto al contenitore per la raccolta degli oli sarà soggetto a sanzioni pecuniarie.
COSA NON CONFERIRE: Olio lubrificante / Olio sintetico
 
Cosa NON CONFERIRE nel contenitore di plastica e metallo?
- Contenitore in tetrapak, gomma
- Nylon e bombolette spray contenenti gas
- Contenitori di colle, solventi
 
 
Cosa NON CONFERIRE nel contenitore del vetro?
- Ceramica e cristallo
- Farmaci e prodotti chimici
- Lampadine e tubi al Neon
- Specchi
 
A chi posso rivolgermi in caso di problemi?
Numero Verde 800521506
 
Risorse Utili
 
 
 
 

Condividi questo contenuto

Il portale del Comune di Cittaducale è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Comune di Cittaducale (RI) - Corso Mazzini, 111 - 02015 - Rieti - Partiva IVA 00113040570

Telefono 0746.60801 - Fax 0746.602800 - Posta elettronica certificata: comunecittaducale@viapec.net

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Cittaducale (RI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it